Crea sito
logo L' angolo dell' ARTE ECOLOGIA
Alfredo Ossino
HOME GUESTBOOK TECNICHE DISEGNI TRATTATO PITTURA ECOLOGIA a disegni
GLOSSARIO GALLERIA POESIA MATERIALI STORIA dell'arte Costruire IL PRESEPE
ECOLOGIA
AMBIENTE
INQUINAMENTO
Iquinamento ATMOSFERA
EFFETTO SERRA
DISBOSCAMENTO
IL BUCO DELL'OZONO
Iquinamento ACQUE
Iquinamento SUOLO
Iquinamento MARINO
Iquinamento ACUSTICO
Iquinamento ELETTROMAGNETICO
Iquinamento TERMICO
Iquinamento IDROCARBURI
Iquinamento AGRICOLO
Iquinamento FALDE
Iquinamento DOMESTICO
Iquinamento INDUSTRIALE
LE PIOGGE ACIDE
RIFIUTI
RIFIUTI SOLIDI
EUTROFIZZAZIONE ACQUE
USO DELL'ENERGIA
TUTELA DEL PAESAGGIO
RISORSE ALTERNATIVE
CENTRALI NUCLEARI
DECALOGO AMBIENTALE

La globalizzazione ed il consumismo, rischiano di sopraffare l'ambiente in cui viviamo. Alterazioni ambientali, effetto serra, incidenti nucleari, il buco dell'ozono, sono solo alcuni degli elementi, che devono richiamare la nostra attenzione su una maggiore salvaguardia dell'ambiente e della salute dei cittadini. Informare sensibilizzare e porre il problema ecologia all'attenzione di tutti, sono i primi passi da fare in questa direzione.
Dare un contributo a queste finalità è lo scopo di queste pagine.

Alfredo Ossino su Google+

EUTROFIZZAZIONE DELLE ACQUE

Il termine eutrofizzazione, indica uno stato di ricchezza di sostanze nutritive in un ambiente.
L' eutrofizzazione delle acque è il fenomeno di alterazione dello stato degli ambienti acquatici (in particolare una sovrabbondanza di nitrati e fosfati), per un eccessivo sviluppo della vegetazione in seguito all'immissione nelle acque di materiali organici.
L'aspetto più visibile dell'eutrofizzazione delle acque è l'eccessivo sviluppo e la salita in superficie di alghe che colorano l'acqua e la rendono poco limpida e trasparente.

eutrofizzazione acque Ognuno di noi consuma circa 160 litri di acqua potabile al giorno, che contiene residui organici, saponi, detersivi e rifiuti vari e finisce nelle fogne e in genere senza alcun trattamento di depurazione, nei fiumi e poi in mare. I fosfati e i nitrati presenti, favoriscono a dismisura la crescita delle alghe,
Il risultato di questa concimazione forzata è che I fosfati e i nitrati presenti, favoriscono a dismisura la crescita delle alghe e le piante dei fiumi e dei laghi aumentano a dismisura, producendo, per fotosintesi clorofilliana, grandi quantità di ossigeno. Poi muoiono e marciscono liberando anidride carbonica metano, ammoniaca ed acido solforico ed aggravando così lo stato dell'inquinamento.
pericolo inquinamentoCon l’eutrofizzazione si altera l'ecosistema nell'acqua, che compromette la vita animale.

Il fenomeno assume proporzioni maggiori, soprattutto nei canali, nelle lagune, nelle paludi, nei bacini chiusi come i laghi e nei mari poco profondi e privi di correnti come l'Adriatico.


L'eccesso di nutrienti, provoca lo sviluppo di una fitta vegetazione superficiale, che spesso ricopre tutta la superficie dell'acqua ed interferisce sulla sua potabilità e sul suo impiego per la pescicoltura e la molluschicoltura. 

A questo, che può essere considerato a tutti gli effetti un inquinamento è legato anche il fenomeno delle mucillagini marine, che compromette anche la balneazione.
L’eutrofizzazione interferisce sulle utilizzazioni dell’acqua per uso potabile, sul suo impiego per la pescicoltura e la molluschicoltura e.

In questa massa di residui organici prosperano microrganismi responsabili di gravi malattie.

Per contrastare l'eutrofizzazione sono necessari interventi che riducano gli afflussi di sostanze nutrienti nell'acqua, in particolare:
- trattamento delle acque di scolo delle colture.
- riduzione dei fertilizzanti in agricoltura.
- depurazione degli scarichi civili ed industriali.