Crea sito
logo L' angolo dell' ARTE ECOLOGIA
Alfredo Ossino
HOME GUESTBOOK TECNICHE DISEGNI TRATTATO PITTURA ECOLOGIA a disegni
GLOSSARIO GALLERIA POESIA MATERIALI STORIA dell'arte Costruire IL PRESEPE
ECOLOGIA
AMBIENTE
INQUINAMENTO
Iquinamento ATMOSFERA
EFFETTO SERRA
DISBOSCAMENTO
IL BUCO DELL'OZONO
Iquinamento ACQUE
Iquinamento SUOLO
Iquinamento MARINO
Iquinamento ACUSTICO
Iquinamento ELETTROMAGNETICO
Iquinamento TERMICO
Iquinamento IDROCARBURI
Iquinamento AGRICOLO
Iquinamento FALDE
Iquinamento DOMESTICO
Iquinamento INDUSTRIALE
LE PIOGGE ACIDE
RIFIUTI
RIFIUTI SOLIDI
EUTROFIZZAZIONE ACQUE
USO DELL'ENERGIA
TUTELA DEL PAESAGGIO
RISORSE ALTERNATIVE
CENTRALI NUCLEARI
DECALOGO AMBIENTALE

La globalizzazione ed il consumismo, rischiano di sopraffare l'ambiente in cui viviamo. Alterazioni ambientali, effetto serra, incidenti nucleari, il buco dell'ozono, sono solo alcuni degli elementi, che devono richiamare la nostra attenzione su una maggiore salvaguardia dell'ambiente e della salute dei cittadini. Informare sensibilizzare e porre il problema ecologia all'attenzione di tutti, sono i primi passi da fare in questa direzione.
Dare un contributo a queste finalità è lo scopo di queste pagine.

Alfredo Ossino su Google+

INQUINAMENTO TERMICO


L'inquinamento termico è un tipo di inquinamento di cui si parla poco, ma può produrre effetti di entità rilevante. Per inquinamento termico si intende una anomalia nelle temperature dell'acqua registrata all’interno di un ecosistema. 
L'inquinamento termico può essere:
- diretto, quando la sorgente inquinante agisce nell’ecosistema in cui si colloca, provocando un innalzamento di temperatura immediato ed elevato.
- indiretto, quando gli effetti si ripercuotono a scala globale. Questo tipo di inquinamento è quindi un aspetto del riscaldamento globale e dell’effetto serra.
raffreddamento centraliLe cause principali che causano questo tipo di inquinamento sono:
- Il raffreddamento di centrali mediante acque di fiumi.
- Le industrie che riversano nel mare o in un fiume tonnellate di acque calde usate per il raffreddamento dei loro macchinari.
pesci I danni più evidenti che vengono prodotti sono consistenti mutamenti nell'habitat del fiume e nella composizione della fauna ittica e della flora. L'aumento della temperatura, avviene molto lentamente per cui questo tipo di inquinamento è poco appariscente ed inoltre, non ha effetti diretti sull'uomo. Questo fa si che spesso non sia considerato importante e che quindi venga trascurato.
inquinamento termico
Un modo per prevenire o ridurre l'inquinamento termico sarebbe quello di riutilizzare l'acqua calda per altri scopi sia domestici che industriali.

L’inquinamento termico diretto, con conseguente aumento della temperatura dell'acqua, ha pesanti effetti sugli ecosistemi acquatici. I principali danni che produce sono:

- la diminuzione della solubilità dell’ossigeno, che associata alla presenza di inquinamento organico, può provocare la perdita di alcune specie più deboli.

- la morte della flora batterica, fondamentale nei processi di autodepurazione dell'acqua.

- l’allontanamento o la moria delle specie (di pesci e di crostacei) che sono intolleranti al calore

- la proliferazione delle specie acquatiche che resistono meglio al calore (come le alghe). La diminuzione di alcune specie e la proliferazione di altre genera alterazioni nel funzionamento dell’ecosistema, che sono facilmente intuibili.

- proliferazione di batteri.

la legge
Alcune leggi impongono, per gli scarichi superficiali in ambienti idrici, il rispetto di alcuni massimali della temperatura dello scarico nel punto di immissione dell'ambiente in cui si riversano.
Queste leggi, come tante altre in Italia, non vengono però rispettate e pochi sono i controlli effettuati dalle autorità.