Crea sito
logo L'angolo dell'ARTE Alfredo Ossino
HOME GUESTBOOK TECNICHE DISEGNI TRATTATO PITTURA ECOLOGIA a disegni
GLOSSARIO GALLERIA POESIA MATERIALI STORIA dell'arte ALTRO
GRANDI ARTISTI
ANTONELLO da MESSINA
ARCIMBOLDO GIUSEPPE
BOCCIONI UMBERTO
BOTTICELLI SANDRO
BUONARROTI MICHELANGELO
CANALETTO
CARAVAGGIO
CEZANNE PAUL
COURBET GUSTAVE
CIMABUE GIOVANNI
DALI' SALVATOR
DAVID JACQUES LOUIS
DE CHIRICO GIORGIO
DEGAS EDGAR
DONATELLO
DURER ALBRECT
FATTORI GIOVANNI
FIUME SALVATORE
GIOTTO di BONDONE
GAUGUIN PAUL
GOYA FRANCISCO
GUTTUSO RENATO
KANDINSKIJ VASILIJ
KLIMT GUSTAV
TOULOUSE-LAUTREC
LEONARDO DA VINCI
MAGRITTE RENE'
MANET EDOUARD
MATISSE HENRI
JOAN MIRO'
MODIGLIANI AMEDEO
MONET CLAUDE
MORANDI GIORGIO
MUNCH EDVARD
PICASSO PABLO
PISSARRO CAMILLE
RAFFAELLO SANZIO
REMBRANDT
RENOIR AUGUSTE
RUBENS PIETER PAUL
SEGANTINI GIOVANNI
SEURAT GEORGES
SIGNORINI TELEMACO
SISLEY ALFRED
TINTORETTO
TIZIANO VECELLIO
VAN GOGH VINCENT
VELAZQUEZ DIEGO
CORRENTI ARTISTICHE
ACTION_PAINTING
ASTRATTISMO
BAROCCO
CUBISMO
DADAISMO
DECADENTISMO
DIVISIONISMO
ESPRESSIONISMO
FAUVES
FUTURISMO
GOTICO
IMPRESSIONISMO
INFORMALE
IPERREALISMO
LIBERTY
MACCHIAIOLI
METAFISICA
NEOCLASSICISMO
NAIF
POP ART
PUNTINISMO
REALISMO
RINASCIMENTO
ROMANTICISMO
ROCOCO
SURREALISMO

Storia dell'arte
Vita e opere dei principali artisti che hanno fatto la storia dell'arte.
Movimenti artistici e Principali Correnti artistiche.

Autore contenuti e webmaster: alfredo ossino

Alfredo Ossino su Google+

Correnti Artistiche

NEOCLASSICISMO


Complesso movimento culturale europeo nato nella seconda metà del 18° secolo, che coinvolse tutti i campi dell’arte e generò un profondo rinnovamento culturale e sociale. Ebbe uno stretto rapporto con l’Illuminismo pose le basi per le istanze del nascente Romanticismo e di fine secolo. Lo stile artistico è contraddistinto dall'adesione ai principi dell'arte classica, dal rifiuto dell'arte barocca e la riscoperta della romanità. La fine del noclassicismo coincide con la fine e dell'impero napoleonico nel 1815.

Nella seconda metà del Settecento Roma diviene la capitale del neoclassicismo, che da qui si diffonde per tutta Europa.
Le numerose scoperte archeologiche di quel periodo, tra le quali Ercolano, Pompei, Villa Adriana a Tivoli e i templi greci di Paestum fanno rinascere l'interesse per il mondo antico e nello stesso tempo, si fa strada il rifiuto dell'arte Barocca, che appare come il frutto di una degenerazione stilistica che, era andata deformandosi per la ricerca dell'effetto spettacolare ed illusionistico.
Caratterizzato dal recupero di forme classiche, delle regole e la tendenza alla perfezione, alla logica e alla simmetria, fu sostenuto dalla ricerca teorica di un fondamento razionale del bello e da una metodica indagine storica delle fonti. In questo periodo sono state inaugurate le tendenze di recupero del passato. Ebbe a suo ideale la civiltà greca, romana, etrusca ed egizia e trovò applicazione nella letteratura, in campo teatrale, musicale e nell'architettura e arti visive.

La scultura, più di ogni altra arte, si adatta a far rivivere la classicità. Le maggiori testimonianze artistiche pervenute dell'antichità sono infatti sculture. Nelle opere di Antonio Canova si avverte per esempio il legame più diretto ed immediato tra la sua scultura e la bellezza dell'arte classica.

La pittura neoclassica per certi aspetti si affina con l'uso meticoloso della costruzione prospettica e la precisione del disegno. I volume vengono messi in risalto con il chiaroscuro e le immagini rese nitide senza giochi di luce ad effetto e tonalismi sensuali.
I soggetti delle opere d'arte sono perlopiù personaggi e situazioni tratte dall'antichità e dalla mitologia.
Tra i maggiori protagonisti troviamo il pittore Anton Raphael Mengs, lo storico dell’arte Johann Joachim Winckelmann, il pittore francese Jacques-Louis David e i pittori italiani Andrea Appiani e Vincenzo Camuccini.

Nel periodo neoclassico ebbero grande rilievo anche le attività di incisione, ceramica all’arredamento e oreficeria, che furono mezzi di divulgazione in Europa dei reperti antichi e quindi del gusto classico. Si sviluppo anche l'antiquariato, inteso come studio dell’antico, ma anche come falsificazione a scopo commerciale.

In architettura, il periodo neoclassico, vede fiorire in architettura diversi stili: il neodorico o neogreco, il romano, lo ionico e ilcorinzio.
Alcuni antichi concetti ripresero vitalità: l'utilità, la comodità e la solidità degli edifici, la semplificazione degli ordini e dei piani, la ricerca di proporzioni chiare e armoniche e la sobrietà decorativa. Concetti promossi anche dal pensiero illuminista e dalle esigenze della nascente società industriale. Nacquero così interessanti soluzioni urbanistiche, e anche musei, creati per esporre al pubblico collezioni fino allora conservate in spazi privati. Anche per quanto riguarda gli interni, si riscoprì il gusto per i colori e l'arredamento classico.

Successivamente il neoclassicismo divenne lo stile della Rivoluzione Francese ed in seguito, lo stile ufficiale dell'impero di Napoleone e alla fine del Settecento la nuova capitale del neoclassicismo non é più Roma, ma Parigi. In quel periodo viene chiamato anche stile impero.

I maggiori rappresentanti di quel periodo furono Jacques-Louis David, Jean Auguste Dominique Ingres e Joseph-Marie Vien, che è considerato il padre del neoclassicismo francese.
david incoronazione-napoleone
Jacques-Louis David - L'Incoronazione di Napoleone
canova Paolina Borghese
Canova - Paolina Borghese (sorella di Napoleone bonaparte)

heintz ratto proserpina

canova amore e psiche
Antonio Canova - Amore e Psiche

neoclassicismo david
Particolare Incoronazione
di Napoleone