Crea sito
logo L' angolo dell' ARTE Alfredo Ossino
HOME GUESTBOOK TECNICHE DISEGNI TRATTATO PITTURA ECOLOGIA a disegni
GLOSSARIO GALLERIA POESIA MATERIALI STORIA dell'arte ALTRO
TECNICHE ARTISTICHE
ACQUAFORTE ACQUATINTA
AFFRESCO
BASSORILIEVO
BOZZETTO e GRAFICA
BULINO
CERAMICA
CERA MOLLE
COLLAGE
DECOUPAGE
ENCAUSTO
FROTTAGE
GOUACHE o GUAZZO
GRAFFITI
ICONA
LINOLEOGRAFIA
LITOGRAFIA
MEZZATINTA
MINIATURA
MONOTIPO
MOSAICO
MURALES
PITTURA POLIMATERICA
PUNTASECCA
SBALZO
SCULTURA
SERIGRAFIA
STAMPE ARTISTICHE
STENCIL
TECNICHE MISTE
TROMPE L'OEIL
XILOGRAFIA
 

In queste pagine, potetre trovare la descrizione e la spiegazione di altre tecniche artistiche, non solo di pittura, ma anche di scultura, mosaico, bassorilievo, collage, ceramica e i vari metodi per realizzare stampe artistiche.

Webmaster: Alfredo Ossino
Alfredo Ossino su Google+

TECNICHE MISTE


tecnica mista

Alfredo Ossino - Acquerello, tempere e matite colorate

Alcuni effetti, sono stati ottenuti mettendo il colore
molto diluito su un vetro e premendolo sulla carta.
Se con la stessa tecnica, accostate sul vetro colori
diversi, questi, si fondono e si mescolano, creando
sfumature inaspettate.
Quando è asciutto, Il lavoro, può essere rifinito con
acquerello o pastelli per definire alcuni particolari.

Anche usando i colori a cera su alcune parti, si
possono ottenere effetti particolari, in quanto i
colori ad acqua non fanno presa sulla cera e
tendono a scivolate su di essa.


Le tecniche miste, consistono nell'associare differenti mezzi grafici e pittorici (carbone, matita, pastello, olio, smalti ecc..) nella stessa opera. Le tecniche miste si sono diffuse in epoca moderna, anche se venivano usate nella pittura già nel Medioevo e nel Rinascimento.
La definizione, però può essere associata, anche al modo di dipingere e non solo alla tipologia dei colori.

Ma perché per eseguire delle opere di pittura si usano le tecniche miste?  I motivi possono essere diversi.

Per realizzare bozzetti preparatori, già gli artisti del medioevo e del rinascimento, usavano mescolare varie tecniche o rifinire con esse disegni, prima di realizzare le opere finite con metodi classici. L'obiettivo era quello di vedere e verificare alcuni effetti pittorici o la cromaticità dell'opera con l'impiego di tecniche non troppo impegnative.
La storia, ci ha però consegnato studi e bozzetti eseguiti con queste tecniche, che sono veri capolavori, basta pensare ai disegni di Leonardo rifiniti con biacca, sanguigna, carboncino ecc...

Le tecniche miste, per esempio, vengono molto usate nella sperimentazione pittorica, per ricercare nuovi effetti, nuove soluzioni cromatiche e per stimolare la creatività dell'artista.
Anche la qualità dei colori e le loro caratteristiche, a volte, ci portano ad usare colori diversi, oggi, per esempio, si usano molto i colori acrilici, per la loro qualità di resistenza e perché asciugano rapidamente, per preparare fondi sui quali poi si dipinge con altre tecniche.

La sperimentazione pittorica, è senz'altro un'altro dei motivi, per cui si usano insieme pigmenti pittorici diversi. Le mescolanze e gli effetti che si possono ottenere, mischiando diverse tecniche o diversi tipi di colore, sono spesso impensabili ed inaspettati e si possono ottenere risultati meravigliosi.

Anche nel graffitismo metropolitano, spesso si usa mescolare insieme diverse tecniche.
Qualche acquarellista, usa rifinire con matite colorate i propri lavori, anche se secondo me rovina la purezza e la limpidezza dell'acquerello.

La definizione di tecniche miste, si limita però a tecniche che sono riconducibili alla pittura e al disegno. L'uso di altri materiali, dà origine ad un'altra espressione pittorica, che è quella della pittura polimaterica.