Crea sito
logo L' angolo dell' ARTE Alfredo Ossino
HOME GUESTBOOK TECNICHE DISEGNI TRATTATO PITTURA ECOLOGIA a disegni
GLOSSARIO GALLERIA POESIA MATERIALI STORIA dell'arte Costruire IL PRESEPE
TECNICHE ARTISTICHE
ACQUAFORTE ACQUATINTA
AFFRESCO
BASSORILIEVO
BOZZETTO e GRAFICA
BULINO
CERAMICA
CERA MOLLE
COLLAGE
DECOUPAGE
ENCAUSTO
FROTTAGE
GOUACHE o GUAZZO
GRAFFITI
ICONA
LINOLEOGRAFIA
LITOGRAFIA
MEZZATINTA
MINIATURA
MONOTIPO
MOSAICO
MURALES
PITTURA POLIMATERICA
PUNTASECCA
SBALZO
SCULTURA
SERIGRAFIA
STAMPE ARTISTICHE
STENCIL
TECNICHE MISTE
TROMPE L'OEIL
XILOGRAFIA
 

In queste pagine, potetre trovare la descrizione e la spiegazione di altre tecniche artistiche, non solo di pittura, ma anche di scultura, mosaico, bassorilievo, collage, ceramica e i vari metodi per realizzare stampe artistiche.

Webmaster: Alfredo Ossino
Alfredo Ossino su Google+

DECOUPAGE


decoupageIl termine decoupage, deriva dal verbo francese “découper” cioè ritagliare, è una tecnica decorativa che si realizza con ritagli di carta, stoffa o metallo, che vengono applicati su scatole, candele, cornici,  vasi, piatti o vassoi in ceramica, su vetro ecc… I ritagli, vengono poi incollati o fissati sulle superfici da decorare. Alla fine vengono vetrificati con vari tipi di vernici trasparenti.

La tecnica ebbe origine in Cina e giunse in Europa nel Medioevo e raggiunse il massimo splendore nell’Inghilterra vittoriana.
La sua popolarità deriva anche dal fatto che veniva usata per imitare i mobili decorati e laccati importati dall'oriente. Ovviamente, l'incollaggio e la laccatura di figure incollate, anzichè dipinte, aveva un costo di realizzazione molto più basso.
Venne quindi conosciuta anche con il nome di Arte Povera, poiché con questo metodo, si riusciva anche ad imitare, in modo abbastanza semplice e poco costoso, la tecnica dell'intarsio.
Venivano cioè incise su pezzetti di legno le figure desiderate e poi incollate sui mobili. Dopo il tutto veniva verniciato e l'effetto era simile a quello dei mobili intarsiati.

Oggi questa antica tecnica è stata ripresa e viene utilizzata per decorare accessori di moda, vassoi, decorazioni natalizie, scatole ecc.. Permette di decorare con facilità anche mobili e oggetti vari. Viene usata anche nella decorazione di interni. In aggiunta al metodo tradizionale, oggi si eseguono decoupage usando immagini elaborate e stampate al computer che consentono facilmente di fare personalizzazioni
Vengono anche realizzate opere raffinate e preziose, con l'uso di materiali come oro, argento o bronzo.
La tecnica può essere usata anche combinata con altre. Per esempio, si ottengono effetti molto realistici, combinando il decoupage con la tecnica trompe-l'oeil.

Per molti questo metodo di decorazione non è un'arte, perché ci si limita a ritagliare ed incollare disegni già fatti, invece di dipingerli. Il lavoro può però non essere così limitativo. Artisticamente si può creare qualcosa di nuovo, originale e valido, utilizzando i singoli pezzi ritagliati e componendoli con gusto e fantasia.

OCCORRENTE E FASI DI LAVORAZIONE


Per realizzare un decoupage , i materiali occorrenti, dipendono anche del tipo di superficie sulla quale si vuole realizzare il lavoro. In genere a parte la preparazione dell'oggetto i materiali occorrenti sono:
- Colla vinilica.
- Pennelli piatti: per stendere i ritagli di carta con la colla e farlo aderire alla superficie, e un altro per stendere la vernice.
- Carta per asciugare: serve per asciugare il ritaglio di carta dopo averlo bagnato.
- Carta da ritagliare: immagini, riviste, carte da regalo, biglietti di auguri, fotocopie a colori da libri d'arte; carte adatte con immagini di fiori, frutta, angeli, bambini, animali...
- Forbici: forbici normali e forbicine per tagliare la carta.
- Impregnante: serve per preparare il legno, con questo prodotto le venature del legno non vengono coperte ma esaltate.
- Colori acrilici: per dipingere il fondo.
- Recipiente di acqua per bagnare i ritagli di carta prima di incollarli.
- Spugna
- Vernice all'acqua o a solvente : per annegare alla fine l'immagine.
- Carta abrasiva fine: serve dopo diverse mani di vernice per eliminare lo scalino tra il ritaglio di carta ed il fondo

PREPARAZIONE DELL'OGGETTO


Il decoupage si adatta a qualsiasi tipo di superficie, ma ciascuna ha la sua diversa preparazione. Preparare la superficie, rendendola liscia, perfettamente levigata e senza eventuali strati di cera o lucidanti per migliorare l'incollaggio.

Nel caso che l'oggetto sia di legno, se volete, potete evitare di passare un colore di fondo e mettere in risalto le venature con una passata di impregnante, del tipo che desiderate.
Per ottenere un effetto coprente, sopratutto, nel caso che l'oggetto sia rovinato, dopo averlo lisciato e stuccato, potete dipingere il fondo con i colori acrilici. Il fondo non deve essere necessariamente dipinto in modo uniforme, mettete in moto la vostra fantasia per cercare altre soluzioni, ovviamente che si adattano al resto del lavoro che dovete eseguire.

LE IMMAGINI E IL COLORE DEL FONDO


Dopo aver scelto le vostre immagini ritagliatele utilizzando le forbici o le forbicine a secondo della necessità. Nel caso di oggetti molto sottili, come i gambi di un fiore, vi conviene tagliarle e dipingerle poi con un pennellino sottile.
Alcune parti che non riuscite o avete difficoltà a ritagliare, potete lasciarle e coprirle poi con il colore che avete usato per il fondo. E' più semplice che cercare di tagliarle.

Fatevi prima su un foglio uno schema della composizione che volete realizzare, scegliete quindi il colore (o i colori) del fondo.
Posizionate i ritagli di carta sull'oggetto, quando siete soddisfatti, fate dei piccoli segni con la matita per ricordarvi la posizione.

Procedete quindi a dipingere le parti che faranno da sfondo, potete usare il pennello o aiutarvi con una spugna. Procedete per piccole porzioni di superficie, per evitare che il colore asciughi e non riuscite a stenderlo bene. Quando è asciutto, sicuramente, occorrerà dare una seconda mano. Proseguite nello stesso modo della prima.

INCOLLAGGIO


Quando il fondo è perfettamente asciutto, si può procedere con la fase di incollaggio. Attenzione in questa fase, probabilmente sporcherete il colore del fondo. Potete pulirlo facilmente, a patto che abbiate usato colori che non siano diluibili in acqua dopo asciutti, come i colori acrilici. Se avete usato delle tempere, potrete trovarvi in difficoltà.
Prima di incollare i ritagli, occorre inumidirli bagnandoli ed asciugandoli con la carta per asciugare, ma facendo molta attenzione a non strapparli.
Con il pennello spalmate con la colla il ritaglio nella parte posteriore e posizionatelo sulla superficie dell'oggetto, nel punto giusto.
Stendetelo per farlo aderire alla superficie, aiutandovi con le dita e con un pennello o con dei bastoncini di cotone. Eliminate le bolle d'aria (dal centro verso i lati esterni) e sistemate eventuali punte. Assicuratevi che il ritaglio sia perfettamente coperto con la colla. Procedete nello stesso modo ad incollare tutti i ritagli. Quando la colla è asciutta, potete eseguire eventuali ritocchi o completare parti mancanti.
Quando è asciutto, vi accorgerete che si è creato un leggero scalino nei bordi del ritaglio.

ANNEGAMENTO DELL'IMMAGINE NELLA VERNICE


Per eliminare questo scalino, passate diverse mani della vernice che avete scelto (cambiando il verso della pennellata ad ogni mano e sempre aspettando che quella precedente sia asciutta).
Quando è perfettamente asciutta, scartavetrate con cara abrasiva fine, pulite perfettamente e ripassate la vernice. Fate attenzione a scartavetrare leggermente, per evitare di graffiare il ritaglio sottostante.
Se è necessario ed il risultato non è soddisfacente, ripetete l'operazione. Il lavoro è soddisfacente quando non si avverte più lo scalino tra i ritagli ed il fondo.