Crea sito
logo L'angolo dell'ARTE Alfredo Ossino
HOME GUESTBOOK TECNICHE DISEGNI TRATTATO PITTURA ECOLOGIA a disegni
GLOSSARIO GALLERIA POESIA MATERIALI STORIA dell'arte Costruire IL PRESEPE
IL DISEGNO
INQUADRA SOGGETTO
EQUILIBRIO OPERA
IMPRIMITURA E BASE
TEORIA DEI COLORI
TEORIA DELLE OMBRE
TRAPPOLA DEI GRIGI
DISEGNARE GLI ALBERI
DISEGNO A MATITA
IL CORPO UMANO
CORPO in MOVIMENTO
DISEGNO MANI
DISEGNO PIEDI
DISEGNO TESTA E VISO
DISEGNO DEGLI OCCHI
DISEGNO CARBONCINO
LA PROSPETTIVA
MATITE COLORATE
MATITE E CRETE
MATITE ACQUERELLABILI
INCHIOSTRI
GESSI COLORATI
ACQUERELLO
DIPINGERE GLI ALBERI
IL PAESAGGIO
NATURA MORTA
COLORI A TEMPERA
PITTURA A TEMPERA
COLORI ACRILICI
COLORI AD OLIO
PITTURA AD OLIO
FUMETTO
CARICATURA
DISEGNO al COMPUTER

ARTE, tecnica, disegno, pittura con colori ad olio, pittura con colori a tempera, pittura con colori acrilici, dipingere ad acquerello, disegno con il carboncino, elementi di prospettiva, disegnare e dipingere gli alberi, disegnare e dipingere il paesaggio, disegnare il corpo umano, disegno con le matite colorate, disegno con matite e crete, disegno con gli inchiostri, disegnare il fumetto, teoria del colore,
glossario dei termini,
materiali da disegno,
materiali per la pittura,
galleria quadri, galleria Artisti.
Ecologia
Poesia Siciliana
Frammenti di storia dell'arte

Autore contenuti e webmaster:
Alfredo Ossino


mail: alfredo.ossino@alice.it

Alfredo.Ossino@alice.it su Google+

MATITE ACQUERELLABILI COLORATE


matite acquarellabili Le matite acquerellabili permettono di ottenere una grande varietà di effetti, dal disegno alla pittura.
Sono facili da usare e molto pratiche. Si possono usare anche come le normali matite colorate. Questa tecnica è praticissima per i lavori fatti all'aperto, in quanto l'attrezzatura richiesta è minima e il disegno, si può acquerellare con calma anche in un momento successivo. Come per l'acquerello, essendo il colore poco coprente, è difficile correggere gli errori, nascondendoli con uno strato successivo di colore.

Fiore con matite acquarellabili Esistono in commercio matite acquerellabili di diverse qualità e ovviamente di diversi prezzi.
Alcune, con l'aggiunta di acqua diventano trasparenti come i veri acquarelli
Altre con mina di grafite acquerellabile colorata, danno al tratto e al chiaroscuro espressività e tonalità, aggiungendo una traccia di colore. Se vengono usate asciutte hanno tratti delicati e con l'aggiunta di acqua si ottengono toni intensi.
Un altro tipo ad effetto inchiostro. Colori puri, intensi e brillanti per disegni nitidi ed espressivi. Si mischiano facilmente e sono perfette per schizzi di moda e paesaggi.

OCCORRENTE

Pennelli morbidi, un temperamatite, una gomma, alcuni stracci, due contenitori per l'acqua (uno per diluire il colore e l'altro per lavare il pennello) ed il fissativo.

Inizialmente eseguire il disegno come si fa con le normali matite colorate, quindi si sceglie il modo di lavorare. Principalmente si lavora in due modi:


TECNICA ASCIUTTO SU ASCIUTTO


Si usano le matite acquerellabili asciutte su carta asciutta. Si disegnano i contorni delle figure, quindi si riempiono i vuoti e si creano le ombreggiature usando la pressione della matita sul foglio per ottenere le varie gradazioni di colore. Si possono usare con un tratto molto leggero creando delle delicate sfumature, oppure con un tratto deciso o creando l'effetto tratteggio.

acquerello con matite colorateA lavoro finito, passate leggermente sul colore un pennello bagnato con acqua pulita.
Il Colore si mescola e si diluisce creando un effetto molto simile a quello di un acquerello tradizionale. Si possono ottenere sfumature, velature ed altri effetti pittorici, trasformando il disegno in un dipinto.

Quando si cambia il colore, da diluire, sciacquare bene il pennello, per evitare di creare sensazioni di sporco.
Anche con questa tecnica è necessaria la pratica che vi consentirà di dare ai dipinti la freschezza e la naturalezza del tratto che si acquisiscono con l'esercizio continuo.

In fase di disegno si può tenere il supporto nella posizione che più ci aggrada, quando invece si passa il pennello intriso di acqua, conviene tenere il dipinto in posizione orizzontale per evitare scolature.


TECNICA ASCIUTTO SU BAGNATO


La carta deve essere abbastanza consistente. Con la carta asciutta fate uno schizzo molto leggero, solo per stabilire le proporzioni del disegno. Con la carta asciutta è più facile cancellare.

Bagnate la carta in modo uniforme e disegnate con le matite asciutte. Fate attenzione a inumidirla leggermente. Se la bagnate troppo, la carta sopratutto se è sottile si lacera con la pressione della matita.
Oltre che con il pennello, potete fare questa operazione, con una spugna, ovviamente senza esagerare con l'acqua.

Cominciate con segni leggeri che andrete man mano a rafforzare. Fate attenzione poiché con questo metodo, risulta difficile fare delle correzioni, in quanto la matita lascia sul foglio bagnato segni che difficilmente si possono cancellare.

Anche con questa tecnica si possono ottenere degli effetti interessanti come risultato finale. Le matite lasciano dei segni che sono morbidi e delicati.
Fate inoltre attenzione a non premere con troppa forza, per evitare di strappare la carta che essendo bagnata perde inevitabilmente parte della sua consistenza.

blocco carta

IL SUPPORTO

Il supporto più indicato per eseguire opere con le matite acquerellabili è la carta. Come per l'acquerello si possono usare diversi tipi di carta sia liscia che ruvida. La scelta della carta dipende dagli effetti che si vogliono ottenere. Fate diverse prove per scegliere l'effetto che più si adatta alle vostre esigenze. La carta deve essere abbastanza spessa per evitare che bagnandola si rovini.
Si possono fare delle prove anche su altri tipi di supporto come il cartoncino. Si possono ottenere anche effetti interessanti su cartoncini colorati.

SUGGERIMENTI


Una variante può essere quella di disegnare normalmente e alla fine, usare le matite leggermente inumidite su foglio asciutto per rinforzare alcuni segni.

E' possibile asportare un pò di colore bagnando leggermente la superficie e tamponando con carta assorbente o con un tampone asciutto. Nel caso vogliate usare questo metodo per cancellare, non vi aspettate però grossi risultati ed evitate di ripetere troppo l'operazione, per evitare di rovinare la carta.

Quando il lavoro è completo e la superficie è perfettamente asciutta, si possono apportare leggere correzioni o rifiniture con le stesse matite asciutte.

Quando il lavoro è perfettamente asciutto proteggerlo con una o due mani di fissativo, usando gli stessi accorgimenti dell'acquerello.