logo L'angolo dell'ARTE Alfredo Ossino

DISEGNARE LE MANI

Disegno delle mani: proporzioni e posizioni

mano
Saper disegnare le mani correttamente è indispensabile per completare lo studio del disegno del corpo umano. In questa pagina sono descritte le informazioni basilari che bisogna conoscere per un corretto disegno delle mani. Esercitatevi a disegnare le mani in tutte le posizioni.

Disegno proporzioni mano    proporzioni mano
Disegno mani
Disegno mano    mano
Disegno mano       proporzioni mano
Disegno proporzioni mano   Disegno mano
mani donna
mani di donna
mani bambino
mani di bambino
mani
Michelangelo Buonarroti. - Particolare della Creazione
dell'uomo, nella volta della Cappella Sistina
Ossa della mano

DISEGNARE LE MANI


La mano è una parte importante del corpo umano. I gesti che compie sono molteplici, importanti, espressivi e pieni di significato.

Può essere usata per accarezzare, per indicare qualcosa o qualcuno, per salutare, per minacciare (chiusa a pugno) e addirittura come un'arma per difendersi, ma anche per offendere. Può simulare un'azione (fermare o per dare il via) e per molte altre espressioni. Non a caso è la parte del corpo più importante della mimica.
Normalmente la mano chiusa esprime un'azione violenta, mentre la mano aperta un'azione distensiva.

A parte il pollice che ne ha due, tutte le altre dita sono composto da tre ossa.
A parte qualche caso, difficilmente teniamo la mano con le dita perfettamente dritte, quindi non disegnate le dita come un corpo unico, ma ricordate che sono diversi pezzi legati da giunture.

Lo stesso discorso delle giunture è valido per i polsi e le braccia.
Disegnate anche essi nelle varie posizioni e angolazioni. Il braccio è la continuazione della mano, si muove in sincronia ed armonia con essa ed insieme alla mano contribuisce a conferire espressività ai gesti.


E PROPORZIONI DELLA MANO


Per disegnare le mani correttamente, come per ogni altra parte del corpo umano, è utile servirsi di un modello. Le mani devono essere proporzionate a tutto il resto del corpo e proporzionate nei loro particolari.
Cominciate a disegnarle stilizzate, preoccupandovi inizialmente che i volumi siano corretti e proporzionati. Disegnate la mano nelle sue molteplici espressioni, preoccupatevi all'inizio solo delle proporzioni e delle varie posizioni che può assumere.

In un secondo momento, definite i particolari, le rotondità dei volumi e date morbidezza ai segni. Curate i dettagli, le nervature, le giunture delle dita e anche quella del polso.

Quando avrete acquisito la necessaria dimestichezza, passate a dare volume ed a rifinire il disegno, inserendo le ombre, ma non abbiate fretta, poiché la ricerca e la perfezione dei particolari, spesso distrae dall'armonia dell'insieme.

Il palmo, in genere, ha larghezza e lunghezza uguali, quindi si può inserire in un quadrato. La lunghezza delle dita è proporzionata rispetto al palmo. Il pollice arriva alla seconda articolazione dell'indice. Osservate le diverse lunghezze delle dita e notate che il pollice è quasi sempre perpendicolare rispetto alle altre dita.

Notate anche che la mano assume quasi sempre una forma concava, perchè le dita sono o dritte o piegate verso l'interno e possono anche toccare il palmo.
Potremmo descrivere nei dettagli le varie parti della mano, ma la cosa migliore è osservarle direttamente e riprodurla molte volte nelle diverse posizioni che assume.

Rispetto a quelle degli uomini, le mani delle donne, hanno una struttura ossea più piccola e lineamenti esterni più dolci. In genere sono più sottili, sia nel palmo che nelle dita.

Le mani dei bambini sono paffute e meno spigolose. Le nocche ed il dorso sono annegate nella carne e caratterizzate da piccole fossette.


OSSA DELLA MANO


Per poter disegnare correttamente qualcosa, bisogna prima conoscerla bene. Conoscere la struttura interna della mano, quindi le ossa, vi aiuterà a capire gli snodi e quindi i movimenti che la mano può fare e di conseguenza a disegnarla correttamente, sopratutto nelle giunture.

Memorizzare le proporzioni delle singole ossa, i punti in cui sono le giunture delle ossa e quindi dove si snodano le varie parti delle dita, vi farà comprendere i movimenti e quindi interpretare meglio il disegno.

Qui accanto una descrizione delle principali ossa che formano la mano.
Notate, che a parte il pollice che ne ha due, tutte le altre dita sono composto da tre ossa.

Per finire, occorre anche conoscere i muscoli principali della mano ed anche le nervature, che spesso sono visibili, sopratutto, quando la mano compie uno sforzo, come del resto avviene per tutto il resto del corpo. Il disegno delle mani è considerato molto difficile e per evitare di disegnarle in modo goffo, bisogna esercitarsi, cominciando a disegnarle in modo schematico, guardando i modelli.